Cosmohelp inaugura le due nuove camere della “Casa dei Bimbi”

Sabato 19 marzo si è tenuta l’Inaugurazione ufficiale delle due nuove camere dell’appartamento di accoglienza di Cosmohelp (denominato “La Casa dei Bimbi”).

Hanno partecipato S.E. Mons. Mario Toso, Vescovo della Diocesi di Faenza che ha benedetto gli ambienti, l’Assessore al Welfare del Comune di Faenza Davide Agresti e la Dott.ssa Donatini Cilla, Direttrice del Distretto socio-sanitario di Faenza.

Cosmohelp dal 2004 accoglie bambini gravemente malati con le loro mamme, curati in Italia all’interno del programma umanitario della Regione Emilia Romagna (Assessorato alla Sanità), perché nei paesi di origine non possono ottenere cure adeguate: si tratta per lo più di bambini provenienti dai Paesi dei Balcani, dell’Africa e dell’Est.

Cosmohelp assicura ospitalità (vitto e alloggio) presso la “Casa dei Bimbi”, sita presso la sede dell’Associazione in Viale Vittorio Veneto 119 a Faenza. Inoltre si occupa di tutto quello che concerne le pratiche burocratiche per l’arrivo in Italia, dei biglietti aerei di andata e ritorno, dei trasporti da e verso l’aeroporto, da e verso gli ospedali e di tutto quello che possono aver bisogno gli ospiti durante la permanenza in Italia.

Dalla fine dello scorso anno l’Associazione ha avviato un progetto di rinnovo generale della “Casa dei Bimbi” al fine di migliorare l’accoglienza dei piccoli ospiti e delle loro mamme: il nuovo arredo delle due ampie camere da letto con colori chiari e luminosi, rappresenta un primo passo del progetto, progetto che prenderà in considerazione anche l’arredo della cucina e dell’area cortilizia esterna auspicando di poter riprendere le iniziative ludiche e di animazione rivolte ai bambini già attive in epoca pre-Covid.

Il fine ultimo di questo progetto, ha spiegato il Dott. Franco Laghi, Presidente di Cosmohelp, è quello di rendere la permanenza in Italia dei bambini e delle loro mamme il più serena e confortevole possibile, cercando di alleviare una situazione già particolarmente difficile da affrontare.

Cosmohelp ha dato anche la sua disponibilità ad accogliere nella propria Casa, per un periodo determinato di tempo, una mamma con 1 o 2 bimbi ucraini profughi a causa della guerra.

Cosmohelp ringrazia di cuore tutti coloro che hanno partecipato all’inaugurazione e che continuano a sostenere l’attività umanitaria dell’associazione.